Archive for ottobre 2020

Buongiorno

27 ottobre 2020

Questo buongiorno è dedicato a chiunque cerchi un abbraccio, un “ti amo”, un “mi manchi’”, o un “tranquillo, è tutto a posto”.


A tutti quelli che hanno ancora un po’ di speranza nel cuore nonostante le avversità. Nonostante le amarezze di una quotidianità che non si smentisce mai.

Questo buongiorno è dedicato a tutte quelle persone che amano e che stanno aspettando. Anche se fa freddo. Anche se piove a dirotto e la terra trema.

A tutti quelli che credono e non importa a cosa. Che si tratti di un dio, di un abbraccio, di una luce, di una relazione importante. Oppure un vento caldo, un messaggio, una scelta, o un sorriso.

Quando non cambia nulla se ti arrivi da uno sconosciuto, o da una persona cara.
Perché ognuno di noi meriterebbe di iniziare la giornata con un buongiorno così.

Arriva l’onda

24 ottobre 2020

Insisto a tifare per i più deboli. A perdere e a ritrovare le chiavi della macchina. A essere un’ancora che non trova fondo. Insisto a pensare, a volte rinunciando a capire. A disegnare ogni incertezza con il volto di un’opportunità.

Come un’onda anomala che sbatte carcasse di vecchie navi sulla spiaggia, anche noi, prima o poi, tiriamo fuori quello che abbiamo dentro. E quando questo accade avviene a qualsiasi costo, qualunque sia la forza necessaria per farlo.

Ritengo sia una delle cose che in assoluto io temo da sempre. Quel dovermi confrontare davvero con ciò che sento dentro o che nascondono dentro gli altri. Verità che spesso nessuno ha il coraggio di dirmi in faccia.

Scrivere per me è percorrere questa strada. Quella di un’onda nella sua inarrestabile corsa verso la terra ferma.

Il resto è tutto facili morali, virus amorali, demagogia, cremette per la pelle, televisione spazzatura, facebook, hamburger, coca zero, chiacchiere di statistica, calcio la domenica, smart working, mascherine strausate, malinconia di aperitivi e di risate eccessive, i capricci di un bambino, relazioni stanche, lunghissimi viaggi, previsioni meteo che dicono che forse domani pioverà, o forse no.

All’inizio è un mare calmo.
Poi arriva sempre l’onda.
Ma noi abbiamo lottato e lotteremo ancora.

Oggi il nostro Hotel Bergamo La Muratella riapre ai malati covid.

Funambolo

18 ottobre 2020

C’era una volta un uomo imperfetto che voleva dare un significato alla propria esistenza applicando l’etica del Cirque du Soleil.
Era funambolo, quando cercava di rimanere in equilibrio sul suo cuore. Era trapezista, quando restava perennemente appeso al suo sguardo. Era pagliaccio, quando in ciò che voleva c’era solo strapparle un sorriso.

Nutella

16 ottobre 2020

Il barattolo di Nutella è come quei feticci maledetti di cui vuole liberarsi ogni protagonista nei film dell’orrore.

Gli dai fuoco, lo getti in un fiume. Ci passi sopra con lo schiacciasassi. Lo abbandoni a centinaia di km da casa. Ma niente.

La mattina ti svegli e lo ritrovi sempre li sul tavolo della cucina, che ti guarda fiero e ti dice: “Povero illuso. Io sono il male!!”

Viaggiare

7 ottobre 2020

Si può viaggiare senza mai guardare il profilo di un luogo, senza mai imparare i colori di un cielo, senza ricordare i volti delle persone incontrate.

Si può vivere senza ricordare le emozioni provate, il sapore del buon cibo, gli occhi di coloro che ti hanno amato.

Spostarsi non è viaggiare e sopravvivere non vuol dire aver vissuto davvero. La differenza la fanno i significati che noi attribuiamo alle cose, ai gesti, a tutto quello che guardiamo o che ci accade intorno.

Viaggiare non è spedire cartoline, scattare foto o comprare souvenir per amici e parenti. Viaggiare non è tornare indietro identici a come si è partiti.

Anche vivere è cambiare. Abbracciare persone meravigliose. Regalare un senso a ogni cosa.

Fermarsi ogni tanto ad ascoltare chiunque abbia una bella storia da raccontare e trovare qualcuno disposto a seguire con attenzione la tua.

Pagine: 1 2


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: