Posts Tagged ‘Buio’

Il buio delle mie distanze

10 novembre 2017

Quando ti ho conosciuto non sapevo tante cose. Non sapevo se preferivi il profumo del mare o la quiete della montagna, il dolce o il salato. 

Se ti piaceva la senape o la maionese, se ti stregava il colore di un’alba rispetto al rosso di un tramonto.

Non sapevo se bevevi il caffè amaro o se preferivi non prenderlo affatto. Se ti piaceva il cioccolato con le nocciole, fondente o se magari eri golosa di cioccolato bianco.

Non sapevo se eri un tipo che rimane a letto la mattina, oppure che si alza alle sei per andare a correre.

Non avevo idea dei tuoi gusti musicali, dei tuoi hobbies, delle tue passioni. Se amavi trascorrere un pomeriggio al cinema o magari in teatro. 

Se al bagno eri una che lasciava il tubetto di dentifricio spremuto a metà, o senza tappino.

Non sapevo cosa preferissi, l’ordine maniacale oppure occupare anche la mia parte di armadio con le tue scarpe a caso.

L’amore è proprio questo.

È una scommessa.

È dire “Io non so ancora molto di te, ma voglio starti accanto, in ogni momento, respiro dopo respiro. Un istante dopo l’altro e un giorno dopo l’altro, anche se una sera dovessi scoprire che dormi con i mutandoni di lana fino al ginocchio.”

Qualche volta so che mi hai guardato pensando “Ma chi te lo fa fare?”

È che malgrado le briciole, malgrado le frustrazioni, i difetti, le paranoie, la confusione, le incertezze e tutte le cose che ancora non conoscevo di te. Io credevo davvero che ne valesse la pena.

Perché eri un essere unico, forte, sorprendente. Una meraviglia.

Ti ho voluto bene e stamattina ti avrei teso un agguato fatto di abbracci, per poi sparire di nuovo nel buio delle mie distanze.

Tutta l’oscurità possibile

23 gennaio 2010

Cammino con attenzione su strade spietatamente strette.. Nessun parapetto.. Nessuna balaustra.. Ai lati di questo paradossale viottolo si apre solo il baratro..
La paura di cadere è ben diversa dal timore di volare.. e poi qui è tutto così assurdamente buio..
Camminare si trasforma un po’ come scivolare in un sonno qualsiasi..
Nessun colore.. Nessun rumore.. Delego per un istante il senso della vista alle mie mani..
Le allungo nell’oscurità tagliando lo spazio circostante senza un metodo..
Cerco di disegnare un percorso sicuro ma senza entusiasmo..
Trovo l’interruttore.. Lo premo.. Sento distintamente il click e posso immaginarmi le mie pupille dilatarsi per ricevere tutta la luce possibile in un solo momento..
C’è una profonda differenza tra una stanze buia ed un locale illuminato.. Sagome di idee scomposte rimangono piantate a terra un po’ sparpagliate e senza alcun senso logico..
Spengo di nuovo la lampada per percepire distintamente la sensazione di passare dalla luce all’oscurità totale..
Declinazioni di pensieri si sostituiscono alla delizia dei colori e delle tinte..
Smetto repentinamente di guardare.. eppure continuo a vedere..
Tutto quello che immagino possa accadere ora è un solco di luce tenue che mi indica la strada da percorrere.. e come percorrerla al meglio..
Quando la luce acceca il risultato è il buio totale.. per questo a volte è più opportuno avere a che fare con una “luminosa oscurità” di pensieri, piuttosto che affidarsi ad una “abbagliante realtà”..
Buona giornata a tutti..!


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: