Posts Tagged ‘elisabetta mossa’

L’amaro caso di Via Chiaravalle

7 dicembre 2009

L’attore di turno è un ragazzotto talentuoso.. si presenta armato di pistola.. la faccia pulita ed una pinguedine che fa essere tutti noi invidiosi..
Niccolò è proprio bravo.. lo vedi apparire in sala poco dopo l’ultima portata.. come una cartolina postale.. come un minuscolo quadrato di carta giallastra su cui mettere semplicemente mittente e destinatario.. il testo è semplice e sembra essere ordinatamente prestampato.. ma lui riesce a mimetizzarlo con talento.. a questo punto la cena con delitto è già servita..
Quando è Elisabetta ad entrare in scena la morte in sala sembra già una compagna fedele..!
Lei è una ragazza bellissima.. è spietatamente temibile.. la sua performance è perfetta..
Due colpi di arma da fuoco scuotono un pubblico fino a quel momento distrattamente impegnato a gustare un improbabile millefoglie..
Anche se per gioco la tensione irrompe violenta e sembra riconoscerci ad uno ad uno.. chiamarci per nome ed incurante dell’ora lancia prepotentemente il suo monito prima di addormentarsi tra i meandri di una trama semplice.. ma mai troppo scontata..

Si chiama Lisa.. dolcissima Lisa.. è la ciliegina sulla torta.. la sua
è la performance di un personaggio disperato.. una donna in equilibrio tra solitudine e sogni spezzati..!
Una voglia infinita di scappare dall’inferno di via Chiaravalle.. e farlo il più lontano e più presto possibile..

Quando optai per la cena con delitto a dire il vero non sapevo neanche cosa fosse..
Colpa forse della mia testa.. sempre piena di sogni e dubbi.. mossi disordinatamente come capelli e maltrattati da un vento di quotidiane responsabilita’..

Ho comunque imparato in fretta ad apprezzare questo genere di attività teatrale..
Loro sono bravi e non si può negare un non so che di socializzante all’interno di ogni rappresentazione..

La soluzione all’enigma si presenta dopo un paio d’ore.. senza troppi convenevoli..
La serata è trascorsa velocemente allontanando un divertito pubblico dagli scanditi rintocchi della quotidianità..
In bilico tra essenziale ed eccessivo arriva chiaro l’ultimo paradosso..
Anche se solo un gioco.. anche se solo per due ore.. continuiamo a credere che sia la giustizia l’unica certezza di questa schifosa società..
Il problema è che osserviamo la giustizia da molteplici punti di vista.. con il risultato di ottenere solo tante giustizie diverse..
L’enigma di via Chiaravalle è così risolto.. nessuno ha indovinato la soluzione.. eppure tutti.. proprio tutti.. ne avevano una..

Buona giornata !


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: