Archive for 7 settembre 2015

Senza passare dagli occhi

7 settembre 2015

Stanotte il raccordo anulare si accorda con le stelle. È buio intorno. Ogni tanto spunta una luce lontana. Eppure manca qualcosa in questo cielo. Qualcosa di importante. E non credo certo che dipenda da me. La nostalgia a volte stringe il cuore più delle dita di una mano. Stasera la lascio fare. Stasera guido veloce. Stasera osservo una nuvola allungarsi quel tanto che basta a coprire l’ultimo quarto di luna. E intanto tutto scorre. Intanto i ricordi dipingono i miei occhi di vecchie immagini. Esistono parole che mi vogliono toccare a tutti i costi. Pensieri capricciosi e inascoltati. Frasi che riporto su un foglio elettronico senza una vera linea di collegamento. A volte senza nemmeno un motivo.
Ho voglia di mare. Di vento. Di alternanze. Di amore e indifferenza. Di luci e ombre. Abbasso il volume della radio. Rallento il respiro. Chiudo gli occhi un istante mentre il rettilineo risucchia l’asfalto all’indietro. È vero. Il silenzio avvolge il presente e lo nasconde dalle cose passate. Dal profumo di certi sorrisi. Dalle scarpe chiodate. Dalle frasi non dette. Dalle cose inaudite.
E a un tratto mi manca una direzione dove guardare. Un portone dove aspettare e certi pensieri di Bukowski. Quelli mai scritti. Quelli solo immaginati. Forse in una vita che si rispetti ci vorrebbero le indicazioni. I semafori e i cartelli stradali. Mi pare di vederli, ai bordi della superstrada. Arrabbiati. Affilati. Suggestivi. Docili eppure pungenti. Desiderosi di vendicare l’erba tagliata. Magari si potessero raggiungere i sogni senza passare dagli occhi. Dimenticherei le cose giuste da fare e mi innamorerei perdutamente dei preliminari.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: