Archive for 31 maggio 2014

Ancora pensieri in pillole

31 maggio 2014

Immaginare qualcosa che si teme mette più paura del pericolo stesso.

Un sorriso di un amico non nasconde mai nulla. La maggior parte delle volte è solo un sorriso.

Ci sono pensieri che non vorrei mettessero mai piede nella mia testa, ma che ogni tanto sono costretto ad ospitare. Stasera vorrei essere in grado di liquidarli con una risata.

Ignoravo di trovarlo così affollato altrimenti avrei scelto un altro tunnel.

Sono milioni le persone che ti passano accanto senza vederti e solo alcune si accorgono di te. Se impari bene la differenza tra utile, importante e indispensabile, nessuna di queste potrà mai deluderti.

Nel modo

31 maggio 2014

Nel modo in cui mi sorridi ci sono collisioni di stelle.
Nel modo in cui mi guardi ci sono i raggi di un sole lontano.
Nel tuo modo in cui ti avvicini c’è un uragano col nome di donna.
Ieri sera mi hai detto che sembravo più giovane, ma forse non ero io. Erano i tuoi occhi a vedermi così, perché per qualche interminabile istante mi hai guardato dentro.
È vero, sono diventato leggibile. Lo sono diventato mentre correvo di qua e di là in cerca di una persona che mi ritenesse più importante che utile.
Lo sono diventato e nemmeno me ne sono accorto. Talmente leggibile da pensare che è meglio una vita con la luce accesa la sera, quando rientro a casa, piuttosto che la solitudine dell’amore di cui ho bisogno.
Non è un ossimoro.
La solitudine sono i mille compromessi a cui cedo ogni volta che mi fermo a scrivere di te e dimentico di essere solo.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: