Nel modo

Nel modo in cui mi sorridi ci sono collisioni di stelle.
Nel modo in cui mi guardi ci sono i raggi di un sole lontano.
Nel tuo modo in cui ti avvicini c’è un uragano col nome di donna.
Ieri sera mi hai detto che sembravo più giovane, ma forse non ero io. Erano i tuoi occhi a vedermi così, perché per qualche interminabile istante mi hai guardato dentro.
È vero, sono diventato leggibile. Lo sono diventato mentre correvo di qua e di là in cerca di una persona che mi ritenesse più importante che utile.
Lo sono diventato e nemmeno me ne sono accorto. Talmente leggibile da pensare che è meglio una vita con la luce accesa la sera, quando rientro a casa, piuttosto che la solitudine dell’amore di cui ho bisogno.
Non è un ossimoro.
La solitudine sono i mille compromessi a cui cedo ogni volta che mi fermo a scrivere di te e dimentico di essere solo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: