La meccanica dei calcoli

Sensibilità, trasporto, accordo, affiatamento, affinità, armonia, confidenza, intesa, vicinanza, disturbo.
È davvero difficile essere onesti con alcuni sentimenti. Dicono che l’amore sia elevazione dello spirito, eppure l’unico spirito che siamo disposti a riconoscere è quello del benessere, dell’appagamento dei sensi e della condizione sociale. Esiste in ogni uomo un freddo meccanismo che esclude lo spazio vitale della spontaneità, dell’anomalia, dell’originalità.
Questo meccanismo si chiama calcolo ed è istallato dalla nascita in ognuno di noi come un potente software in grado di generare maschere.
Eppure anche camuffati o nascosti, contraffatti o eccessivi, luminosi o invisibili, è sempre comunque possibile riconoscerci dall’odore. Buoni, cattivi, bugiardi, imbecilli, onesti, farabutti, principesse, puttane, schiavi o padroni. Ci si insegue a vicenda replicando disperatamente i nostri calcoli all’infinito, mescolando ogni giorno un sorriso al caffè del mattino e alimentando di frustrazioni la nostra fragile corazza.

Tag: , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: