La zona morta

Tutti hanno un lato oscuro. Un posto dove è difficile trovare le spiegazioni. E dove le motivazioni non sono mai chiare. Una zona morta dove la percezione di noi stessi si fonde con tutte le delusioni di una vita. Non con una. Non con due. Con tutte.

È una visione così potente e allo stesso tempo terrificante. E non si può esplorare questa zona senza una oggettiva consapevolezza di se stessi. Il rischio è cadere nella frustrazione e nel rammarico. O peggio ancora nella rabbiosa non accettazione dei propri fallimenti. 

Per non rimanere bloccati all’interno di questa trappola di auto delusioni si può solamente evitare di caderci. Per questo è fondamentale sapere dove si poggiano i piedi. Perché in questo posto il rischio è perdersi e continuare a fallire incoscientemente. Per sempre.

4 Risposte to “La zona morta”

  1. figlia dei fiori Says:

    Cadere è la fine, nessuno sarebbe salvo. Riconsiderare le delusioni, esplorarle da un punto di vista diverso, confrontarle e ridefinire potrebbe essere un lavoro utile. Essere ‘buoni’ con sé stessi migliora la propria vita…e se quello che ti ha deluso non avesse poi così tanto significato o valore?

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: