In continuazione

Scrivere in continuazione. Farlo a casa, al ristorante da solo, o quando sei in treno. Quando ti aspetta una lunga fila davanti a un qualsiasi ingresso o sportello. Oppure quando fai la spesa, o quando ti stritolano in un vagone della metro.

Io lo faccio, perché scrivere è un viaggio. E anche se farlo non muta le distanze tra me e ciò verso cui sto viaggiando, so che comunque aggiusta i pensieri e il flusso del tempo. Scrivere cambia il mio punto di vista sul mondo.

Centro diagnostico. Mattina. Giro per la sala e osservo volti. Aspetto il mio turno. Intanto guardo distrattamente dalla vetrina che da sul piazzale. Tutti camminano con passo affrettato.

Tutti tranne qualcuno all’angolo di un giardino interno. Avrà pressappoco la mia età. Se ne sta chino su un tronco d’albero che ha ceduto al vento dei giorni scorsi. Sta studiando il modo per farlo a pezzi.

La sua dotazione consta di: carriola, sega elettrica, qualche giro di fune, una roncola e un litro e mezzo di minerale. Intanto le nubi si addensano. Si alza il vento e tutto comincia a volare. Lui taglia via i rametti e li deposita nella carriola, poi guarda il cielo.

Poco lontano c’è una pozzanghera di dimensioni lacustri, tipicamente romana. Una di quelle di cui non si vede il fondo. Un motorino ci è appena precipitato dentro, ma niente di grave.

Tutto si risolve con le solite imprecazioni dialettali verso il sindaco. “a Raggiiii mortaccitua”. È senza dubbio un “mortaccitua” esclamato ad alta voce. Potrei affermare che a Roma vale 10 “te vojo bene” del vecchio conio.

Come in una scena metafisica del passato, inizia a piovere. Filippo de Pisis, olio su tela. C’è qualcosa di artistico nell’aria.

L’uomo rientra e lascia la carriola. L’altro rialza il mezzo e se ne va. Rimangono solo una pozzanghera, un probabile diluvio e un tipo che sta scrivendo una storia, ma non vede l’ora di fuggire via.

Scrivere. Lo faccio da sempre. In qualsiasi luogo. In continuazione.

Una Risposta to “In continuazione”

  1. Moon Says:

    In continuazione è l’unico modo. Ho sempre sostenuto che scrivere non sia un’azione , ma un modo di vivere

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: