Quelli che non serve raccontare 

E quindi ? Quindi niente. 

Si ascolta. Si parla. Soltanto che non tutte le parole seguono lo stesso tragitto. Alcune mi rimangono incastrate nella bocca e in certe occasioni riesco addirittura a intravederle. Attraverso le labbra. Dietro ai denti. Che se ne stanno lì, impaurite e un po’ masticate.

Forse il destino di queste parole è quello di non essere mai pronunciate, per non preoccupare più del dovuto. Rimanere solo un pensiero. Come un strada difficile da percorrere, ma non da attraversare. Un qualcosa di comunicabile soltanto a me stesso.

Ci sono parole che non avrebbe senso raccontare a mio padre. Altri pensieri che probabilmente non condividerò mai con mia figlia. E poi ci sono i silenzi che li sostituiscono. 

Quelli che sembrano carezze leggere fatte con gli occhi. Quelli che non parlano di me, ma di tutto quello che sarei disposto a fare per chi mi guarda. Quelli che non serve raccontare.

3 Risposte to “Quelli che non serve raccontare ”

  1. 76sanfermo Says:

    Super-bella la foto e …il resto!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: