Fidati del tuo respiro

Immagino. Ricordo. Scrivo. Frugo lentamente dentro di me. Non nel mio cuore, solo nella testa. Imposto domande. Valuto risposte. Cerco di arrivare a un’indicazione concreta. 

Io non so perché mi appaiono le immagini che mi appaiono. Ne tantomeno sono in grado di capire se funzioneranno. Se comunicheranno esattamente quello che ho dentro. 

A volte le parole sono un pugno di sabbia. Qualcosa che più stringi e più ti sfugge. Puoi riprenderla la sabbia e stringerla ancora. E ancora. Ma la voce che esce. Le parole che escono, non le puoi fermare. Ti prendono il respiro. E certe volte fai tutto il possibile, ma “tutto il possibile” non è mai abbastanza. Stringi quel che non si può stringere. 

La rabbia. L’odio. Non sono il contrario dell’amore. Il suo contrario è il possesso. Non lo scrivo certo io, anche se ci sono passato. Sono parole di un famoso santo di Assisi che parlava con gli animali. E non c’è bisogno di credere a un Dio per capire quanto un santo abbia scritto una cosa fondamentalmente giusta.

Forse il vero problema non è il timore di perdere, ma quel devastante senso di inadeguatezza che irrompe dentro, quando ti accorgi di non avere mai avuto. Invece ogni istante vissuto dovrebbe essere considerato come un regalo. Sempre. 

O accetti quel regalo ogni istante, o cominci a stringere forte pensando che ti venga portato via. Perché, quando sei ossessionato, credi di avere soltanto diritti. Quando sei innamorato invece dovresti soltanto dare e ricevere dei doni.

Guardo una rosa appassita poggiata da anni in un cassetto del mio ufficio. Comincio a deglutire. La voce mi sprofonda non so più dove, ma per fortuna non c’è davvero nessuno che sia costretto ad ascoltare ciò che ho da dire.  

Posso anche scrivere con i polmoni vuoti e senza respirare. Finché ce la faccio. Finché il mio corpo risponde. Deglutisco e rimango per qualche istante senz’aria, per poi ritrovarmi a pensare che è stato proprio questo a succedere.

Ognuno di noi realizza intorno a sé la ferita che ha dentro. Quello spietato e inconsapevole non saper essere abbastanza adulti. Siamo più disperati e soli, che cattivi. Ma solitudine e disperazione sono variabili pericolose. 

Se dovessi oggi parlare con mia figlia, le direi: “Quando senti che qualcosa ti sta togliendo il fiato, tu corri via. Il fiato è indispensabile per vivere e se qualcuno, o qualcosa, te lo toglie, non è amore. Se senti che ti viene tolta la possibilità di parlare, tu scappa lontano. 

Le tue parole sono il tuo pensiero che nasce. Se qualcuno, o qualcosa, ti costringe a tacere, non è amore. E se ti rendi conto che qualcuno ti vuole soltanto possedere, per quanto tu sia in grado di capirlo e giustificarlo, non è amore e non potrà mai e poi mai finire bene. 

I cambiamenti avvengono soltanto dall’interno. Non provare mai a cambiare qualcuno. Le persone non cambiano le persone. Non possiamo farlo. Soltanto la vita lo fa. Quindi non pensare mai a essere tu che stai cambiando qualcuno.

È semplice amore mio. Lascia che lui ti guardi come se… Che ti accarezzi come se…. Che ti ascolti come se… Che ti parli come se… non ci fosse nessun altra cosa al mondo tranne te. 
Fidati soltanto del tuo respiro piccola mia. Perché soltanto lui la sa più lunga della testa e del cuore.”

3 Risposte to “Fidati del tuo respiro”

  1. lilasmile Says:

    Una volta è stato un sogno che mi ha fatto mancare il respiro. Un sogno che riguardava il passato. Quello che hai scritto è una cosa vera e soprattutto è tenerissimo l’augurio che hai fatto a tua figlia. E’ importante trasmettere dei valori che servano per vivere.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: