Ritorna novembre

Tra poco ritorna novembre. Purtroppo il tempo corre veloce e sembra un viaggio dove non esiste il biglietto di ritorno. A questa andatura il mio cuore somiglia a una timida pallina di carta nascosta in fondo a un cestino della spazzatura. Se ne sta lì timoroso. Tra buste strappate di sushi take away e bicchierini di plastica sporchi di nespresso blu. 

Odio e amo questi miei lunghi monologhi del mattino, sempre in bilico tra il reale e l’immaginario. Scarabocchi d’inchiostro elettronico buttati lì disordinatamente, quasi a vandalizzare altre due pagine di note sul mio cellulare. 

Eppure in questo caotico “adesso” tutto sembra rispettare un ordine ben preciso. Il letto disfatto, la camicia sgualcita di ieri sera. Il climatizzatore che tossisce disobbediente calore e un biglietto tenerissimo sulla scrivania. 

Ogni cosa in questa stanza è disordinatamente al proprio posto, tranne la perfezione dello stare insieme. È che ogni tanto non farebbe mica male perdersi negli occhi di qualcuno. Sorseggiare una birra osservando un prato stellato. Un luogo del tutto magico dove poter collezionare petali di margherita, cercando lo strappo perfetto. Quello incisivo. Quello definitivo. Non solo la risposta, ma la domanda giusta a tutte le risposte. 

Chi sono? 

Che cosa cerco?

E soprattutto perché lo sto cercando qui? 

Queste cose una margherita non te le dice.

Io sono la media aritmetica delle mie imperfezioni. Cerco mille cose da dire e altrettante da fare. E sono qui, perché non ci sono altri posti dove vale la pena stare con uno sguardo così compromesso. Sono la machiavellica caricatura di un principe azzurro senza calzamaglia aderente. Un prigioniero dei suoi tumulti che non ricorda la strada di casa.

È già l’una. La notte corre via veloce, ma non abbastanza. I miei occhi fissano i ricordi come fossero dipinti a a olio. Le immagini mi picchiettano il respiro. Lo rendono affannoso. Ripetuto. Ciascun pensiero diverso dallo scrivere mi appare di troppo e ogni lontananza impossibile. 

Nel mio cielo milioni di stelle in avaria chiedono un intervento tecnico e io non so chi chiamare. Sorrido. Se i sorrisi fossero beni preziosi battuti all’asta alcuni non avrebbero valore. E io baratterei l’anima per ognuno di essi. È un meraviglioso meccanismo. Ma inutile. E umanamente complicato.

Intanto il tempo passa e non rende più sagge le persone che non sono predisposte alla saggezza. Le rende solo più stanche e nervose. Le rende più vecchie. Schiave di crescenti intolleranze e di un fitto susseguirsi di istantanee di vita sempre più sfocate. Le esperienze negative cancellano le magie e spengono le stelle. Sostituiscono il futuro con due fustini di altrove fatto di profumate illusioni e difficili sopportazioni. 

L’orgoglio e la dignità vengono spesso accantonati quando si parla di forti emozioni e nessuno meglio di me può affermarlo in modo così chiaro e risoluto, ma il punto è capire se e quanto ne vale davvero la pena. 

I corteggiamenti, le piccole attenzioni di tutti i giorni, i doveri, le tolleranze, le complicità, le velate rinunce, il dialogo costruttivo, le rispettose discussioni. I gesti semplici come sorseggiare un tè, versare un bicchiere di vino, curare un prato, portare a spasso una cagnolino, o barattare una serata in discoteca con un tramonto sulla spiaggia. Da soli. Senza amici, o improbabili compagnie. Queste sono cose molto più importanti di mille teatrali “morirei per te”. 
Nessuno muore per nessuno.

Nessuno merita tutta questa inquietudine.

Tutti invece meriterebbero un paio d’ali.

E io? Posso volare? Ma fino a dove?

Quanto in alto?

E soprattutto, perchè?

Forse meglio restarsene a terra. Opportunamente. Freneticamente immobili sotto un quarto di luna che illumina un fiume che più niente ha da raccontare a Roma. Recluso in una sorta di prigione senza risposte, schiavo di incomprensibili gerarchie, paradossali regole e comportamenti privi della serenità che tutti. Ma proprio tutti meriteremmo. E che dovremmo ammirare ogni notte come si ammira una stella.

8 Risposte to “Ritorna novembre”

  1. malinconiasorridente Says:

    bello

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: