Al di là del muro

Davvero mi merito un viaggio, ma forse non ho abbastanza soldi per il viaggio che merito. Le navette spaziali costano e nello spazio non esistono zone franche. Offerte speciali e occasioni last minute.

Stamattina avrei bisogno di un passaggio per l’altro universo. Solo il pensarci è già una rassicurante anestesia. Credo sia questo quello che sto cercando. Un temporaneo oblio. Una fuga di qualche decina di minuti in un posto che sia al di là di questo mondo ormai così scontato.

C’è un momento in ogni vita che si rispetti che si parcheggia esattamente tra l’esistenza che vorresti e quella che hai. Una sensazione molto simile a una bella macchina. Un’emozione forte che ti aspetta con le chiavi nel cruscotto, come una Lamborghini pronta al parcheggio. 

La serenità è qualcosa su cui salire e sfrecciare veloce. Ma serenità è anche camminare da soli in un posto lontano. Sorseggiare un Nespresso offrendosi a quel tiepido sole che si affaccia la mattina presto a Roma. Riuscire a sostenere un dialogo senza modificare i toni. Avere sempre qualcosa di bello da raccontarsi.

Penso alle due forme d’amore in mezzo alle quali sono passato negli ultimi anni. Da un lato il sogno fiabesco di condividere la felicità con una donna speciale. Dall’altra il silenzio di una realtà alleggerito solo dal desiderio di vedere quella donna comunque felice. 

È dura per un sentimento trasformarsi in tutto quello che gli chiediamo di essere. Eccitante, emozionante, appagante, coinvolgente, reale, intimo, esplosivo, spiazzante, creativo, rasserenante, sorprendente.

C’è un po’ di coda all’ingresso del mio sogno stasera. Sarà un’attesa di minuti, magari di ore. O forse mesi. Questo non lo so.

Ogni universo ha le sue cattedrali e ogni cattedrale nasconde qualcosa di sacro che vale la pena profanare. 

Esce un profumo nauseante da questo chiosco cinese. C’è un muro infinito dentro e fuori di me. Un muro fatto di mattoni e un altro edificato sull’incomprensione. 

Che strano, aspetti per tutta una vita l’universo giusto e poi scopri che al di là del muro più imponente non c’è nulla che non avresti trovato da questa parte. Nulla che non fosse il pensiero di te.

3 Risposte to “Al di là del muro”

  1. polliannatime Says:

    Leggo da poco i tuoi post. Ti ho “scoperto” per caso, come solo per caso ci si imbatte in qualcosa di prezioso. Scrivi parole che escono dai miei pensieri e ormai non credevo più di avere pensiero umano, immersa come sono in una solitudine mentale soffocante che contrasta con l’apparente turbinio della mia vita… Ti ho “scoperto” per caso e mi piace!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: