Ho visto l’alba annegare nei suoi occhi 

C’è una luce silenziosa che rende inquieti. Oggi Roma sembra una vecchia fotografia dai contorni un po’ sbiaditi. Un’immagine privata del suo contesto. Silenziosa. Che cela il fascino dei momenti rari. Un uomo anziano scorre con gli occhi i nomi di un citofono di via Mameli. Le mani dietro la schiena raccolte in una stretta infantile. E il suo sguardo. È incantato. Come se accarezzasse le note di un pentagramma. Disciplinatamente. In religiosa attesa di qualcuno che le possa finalmente suonare. Intanto però se ne stanno mute. Proprio come il suo volto stanco.
Ho visto l’alba annegare nei suoi occhi.
Stamattina le parole corrono libere. Raccontano di vita e appartengono all’aria che respiro. Sono pensieri gonfi di quotidianità. Riflessioni che si posano accanto alle immagini senza sostituirle. È solo una delle mie versioni possibili. A volte basta chiudere gli occhi per sollevarsi da terra. E questo vento leggero, che continua a soffiare. Che mi trascina i ricordi. Che accarezza volti, parole, emozioni. Che innalza il mio pensiero con l’energia dell’esistenza. Quella che trasforma la poesia di un uomo in un’irrinunciabile malinconia.

  

Una Risposta to “Ho visto l’alba annegare nei suoi occhi ”

  1. livelinest Says:

    Ciao, ti ho appena nominato per il Liebster Award.
    Per sapere come partecipare sul mio blog puoi leggere il post dedicato.
    Un saluto, Eleide.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: