Sessantanove

Sessantanove è il mio numero. Alzo gli occhi. Sono al cinquantasei. Mi guardo intorno. Facce stanche. Disappunto. Pare che tutti abbiano lasciato fuori qualcosa in sospeso. L’auto in doppia fila. Un appuntamento dal fisioterapista. Una riunione. Un’amante. Un improbabile colloquio con i professori. Certi giorni i pensieri hanno le zampe eppure non vanno da nessuna parte. In quei giorni tutto scivola noiosamente sul piano inclinato della quotidianità. È una mattina qualsiasi. In un posto qualsiasi. E magari tra poco si mette a pure a piovere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: