Scheletri in garage

Ho comprato le tende nuove, sono bianche. Ho preso anche un tappeto, dei fiori e la macchinetta del nespresso. Ho voltato le spalle alla caffettiera. No, non ho intenzione di guardare attraverso le cose che sbaglio. E no, non ho cambiato il mio modo di vestire. L’estate oggi ci si sta mettendo tutto il suo impegno. Dovrei prendere esempio. Impegnarmi anch’io, ma non sono un monsone.

Soffia un filo di vento fuori. Il guscio in terrazza ondeggia come fanno certe telefonate che rimangono sospese a mezz’aria. Come tutti quei messaggi stesi come lenzuola. Pensieri appesi a momenti di cui comincio a dimenticare la data. Lei mi piaceva, perché era meravigliosamente impegnativa. Mi attraeva quell’idea di arrendermi e riprovare. Di sbatterci la testa fino a dimenticare. Volevo dirmelo. Ho finito col scriverlo. Per convincermene. Come una di quelle possibilità che a furia di ripeterla ti resta fissa in testa. Quel motivetto stupido che canticchi fino a trasformarlo in una realtà niente affatto alternativa. Eppure unica, irripetibile e tutta tua.

Un gabbiano mi guarda attraverso il vetro, forse mi sta chiedendo delle risposte. Io mi accontenterei di trovare le mie. Magari tra i libri sugli scaffali. Oppure in mezzo a quei piccoli oggetti che mi raccontano una vita che a volte stento a ricordare. Ogni cosa qui somiglia a un diario.
Bevo il nespresso. È il primo. È una capsula blu. Stavolta sorrido. Palpeggio un cellulare. Mangerei un plum cake alla vaniglia. Ieri sera ho cenato da Montevecchio e la pasta era scotta. L’estate si accorciano i tempi di cottura, lo sanno anche in bambini.

Questo week end devo ricordarmi di prendere un po’ di sole, ma domani è già domenica? Ah no, forse era ieri. Più passa il tempo e più perdo dimestichezza col tempo. Sto cercando di fare il cambio stagione. Hai presente tutti quegli gli attimi di consapevolezza improvvisa che precedono i miei rari momenti di lucidità? Gli sto facendo spazio nell’armadio. Tengo solo il disegno perfetto della tua spina dorsale e porto il resto degli scheletri in garage.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: