Il profumo del cuore

Un giorno non molto lontano tutte quelle parole che non ho il coraggio di scrivere forse verranno a portarmi mia.
A questo pensavo stamattina mangiando un cornetto e concentrandomi sulle gocce di cioccolato.

Ti ho vista al primo morso. Avevi gli occhi di un panda. Alzavi il sopracciglio. Ti giravi le dita nella mano e nascondevi l’universo nella tua borsa, mordendoti il labbro inferiore.

Oggi non sono altro che migliaia di puntini. Vorrei che mi risolvessi. Vorrei trovarmi subito a pagina quarantasei confuso tra le soluzioni. Vorrei tirare una linea dritta che li unisca tutti. Orbitare a modo mio intorno a un punto fisso. Con i miei tempi. In barba a Keplero e alle sue leggi.

Vorrei perdere il contatto con la terra, per partire e pensare “stavolta ce la faccio a raggiungere quella stella, quella nascosta dietro la cintura di asteroidi”.

Stamattina il cornetto ha il sapore dolciastro di quando ero un bambino e il retrogusto intenso della tua pelle che somiglia al profumo del cuore. Un posto lontano, nel mio spazio profondissimo. Laddove finiscono i sogni come relitti di astronavi dimenticate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: