Un jep

Vieni. Qui c’è lo spazio destinato alle cose belle e discutibili. Una cena non convenzionale. Un film dannatamente coinvolgente. Forse “scorretto”, ma non per questo meno godibile. Città Alta, ma solo dall’esterno.

La statua di un leone che vomita acqua in una fontana. Una vista mozzafiato. I primi freddi. Un viale alberato a metà strada tra un brivido e una stella cadente. E in mezzo alla strada un Jep che deve solo rimanere vigile. Mettere distanze. Riscoprire la qualità della presenza.

Da quando ho superato i quaranta, lo sguardo verso i fatti che accadono si è fatto più attento. Più personale. Più penetrante. E giunto alla soglia dei cinquanta posso dichiarare di essere diventato quasi un perfetto osservatore. Dico quasi perché a questo mondo, come dice spesso mio padre, non si è mai davvero sicuri di nulla. E mio padre ha “quasi” sempre ragione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: