Realtà alterative

Un ricordo esce dalla mia testa spalancata. Mi fissa. Mi gira intorno. Mi supera. Mi solletica i pensieri. Poi si ferma. Parla con questa piazza deserta, con la mia birra fredda, con le luci di un vicolo.

All’improvviso scivola di nuovo via e un altro ricordo si alza fino alla grondaia. Cerca una stella qualsiasi che metta fuori la testa. Un astro da accarezzare. Qualcuno da proteggere.

Quante idiozie. Quante cattiverie. Tutte queste voci, il chiacchiericcio e tutte quelle sciocchezze che scorrono e si specchiano nel rettangolo illuminato di uno smart phone.

Se tirarsi merda addosso fosse una disciplina olimpica, almeno avremmo l’impressione di poter vincere qualcosa. Invece lo si fa quasi automaticamente. Tanto per farlo. Come se se ne sentisse soltanto il bisogno.

I social networks sono torri di castelli in aria, che nascondono false principesse e draghi meccanici. Sporchi cavalieri e maghi che non fanno la differenziata. Feudi del nulla. Innalzati sopra una briciola di fetta biscottata essiccata al sole. Realtà alternative, figlie di un destino oscuro e di un evo annoiato e solo.

4 Risposte to “Realtà alterative”

  1. poetella Says:

    “Feudi del nulla. Innalzati sopra una briciola di fetta biscottata seccata al sole.”…

    No, senti… ms come ti vengono?👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏

    Piace a 1 persona

  2. unallegropessimista Says:

    Buon giorno, e bravo.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: