La gestione dei ricordi

Un altro sabato pomeriggio trascorso tra le mura domestiche. Pensieri. Ricordi. Esiste una certa retorica legata a queste pareti. Al fascino di queste travi in legno, la cui funzione specifica non è soltanto quella di sostenere altre mura e altre vite, ma anche quella di contenere. Di proteggere.

Proteggere in attesa che le cose intorno cambino. Migliorino. Che le decisioni giuste scatenino conseguenze e che il destino non avverso contenga la furia di tutti gli elementi. Che ne limiti in qualche modo gli effetti.

Oppure che l’universo intero si volti e faccia soltanto finta di nulla.

La gestione dei ricordi e delle cose da dimenticare dovrebbe essere materia scolastica. Ogni sabato pomeriggio trascorso a scrivere è l’icona di un tentativo. Quello di riscrivere una storia. Un qualcosa di spietatamente superiore. Il mero tentativo di un uomo di regalare una visione letterale alla natura umana del suo universo.

L’universo che immagino è un posto dove non importa a nessuno che tu sia un santo, un supereroe, o una perfetta nullità. Un posto abitato anche da un fato a cui non interessa che a inciampare siano i migliori, oppure i peggiori.

C’è sempre un qualcosa di imprevisto. Un dettaglio che pensavi di aver calcolato, o previsto in anticipo. A volte immagino questo sgambetto dell’imponderabile come una figura sferica. Qualcosa di orbitante.

E ogni sfera in fondo merita di avere un suo percorso. Perché, dal momento esatto in cui viene al mondo, ogni evento va a occupare un suo spazio ben definito, e per quanto si chieda al tempo di non farsi sentire, il tempo ci ignora e lo fa diventare un ricordo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: