Fino all’ultimo gradino

Si racconta che Picasso un giorno abbia dipinto un’opera con pochissime linee di pennello. Solo qualche tratto.

Si dice anche che qualcuno maliziosamente, quel giorno gli avesse chiesto quanto tempo ci fosse voluto per realizzarla. E che la risposta sia stata semplice:”Quarant’anni”.

No. È vero. Non possiedo alcuna capacità di catalogazione. Non c’è nessun ordine cronologico in ciò che scrivo e spesso pubblico cose già scritte in passato. Ed è solo perché mi sento esattamente come nel momento cui le ho scritte.

Non vi è niente di democratico nella mia testa. Soltanto atti di fede nei confronti della confusione, del disordine e del mio non saper essere così metodico, come la realtà richiederebbe. Ma sto cambiando.

Niente succede subito, soprattutto i cambiamenti. E nulla accade gratuitamente. Me ne accorgo ogni giorno. Tutti i giorni.

D’altronde certi cambiamenti sono impercettibili. Altri durano quarant’anni. Alcuni tutta la vita o fino quando la realtà non ti grida in faccia.

E di solito è un no talmente forte che ti costringe a rimanere ciò che sei. Ad arrenderti alle logiche più semplici.

È la solita storia. Quella di un uomo che cerca di configurarsi correttamente nelle realtà che lo circondano.

Un dilettante scrittore impegnato a trovare il giusto equilibrio tra fatti e conseguenze. Tra passato e presente. Tra le sue decisioni e il senso stesso di ognuna di esse.

In questa mia realtà il tempo non si limita soltanto a scorrere. Mi lascia un substrato di risonanze e polvere che sembra impossibile scrollarmi di dosso.

E alla fine è come in quei vecchi film di Damiano Damiani. Dove c’è una porta in fondo alla cucina e una scala che porta nel buio. Impossibile resisterle. E nessuno si è mai trattenuto dal provare a percorrere fino all’ultimo gradino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: