Un abbraccio sincero

Non riesco a ricordare l’ultimo giorno in cui possa affermare di essere stato davvero felice. Ma in fondo a cosa servirebbe farlo. Ricordare intendo. 

Però so che eravamo insieme in qualche altrove. In un, non meglio precisato, quando. E il tempo era diverso. Semplicemente scorreva per il gusto di scorrere.

Anche io a volte ho detto e fatto cose per il gusto di farle. Pur sapendo che non avrebbero portato a niente. Pur cosciente di essere conseguenza di una realtà effettiva così lontana da quelle distorte che mi sono sempre costruito nella testa.

Dovrei chiamare qualche stella col suo nome. Recuperare qualche lettera d’amore. Magari lasciarla nella bacheca di un bar, per chi volesse leggerla. 

Dovrei incominciare ogni una frase con un nome proprio di donna. Ho necessità di piccole risolutezze. Di situazioni emozionanti. Di una linea prospettica, nuovi punti di vista e tanti infiniti punti di fuga. 

Ma soprattutto ho necessità di un caffè doppio in tazza grande. E l’abbraccio sincero di un amico vero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: