Da molto lontano

Stanotte ho preso un frammento di tempo e ne ho fatto pensieri. L’ho scelto piccolo. Meno di un’ora. Un istante buio e silenzioso. L’ho stretto forte e poi lasciato andare. Di solito riesco a scrivere. Sempre. Ovunque. Mi appoggio con le parole al primo pensiero disponibile. Il resto poi viene da se. E fa poca differenza che si tratti del ciglio di una statale. Di un vagone. O una qualsiasi sala d’attesa. Non importa che sia giorno, oppure notte fonda. La mente va. E le storie sfrecciano con la stessa supponenza di un treno che affronta un passaggio a livello.
Stasera i ricordi sono l’unica moneta che nelle mie tasche abbia un valore. Ma non conosco una valuta in grado di acquistare la notte. Vorrei non pensarci più. Vorrei avere le persone che amo sempre vicine. Senza doverle per forza ricordare. O immaginare che stiano guardando la stessa luna da molto lontano.

2 Risposte to “Da molto lontano”

  1. passoinindia Says:

    Anche a me piace scrivere ovunque mi trovi e anche io ho persone lontane che vorrei vicine. Dei ricordi faccio preziosi ma ancora di più sono preziosi i progetti per il futuro. Perché la relatà è, sì, tutto quello in cui sono disposto a credere. Buone feste!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: