A mia sorella

Niente sole. Nessuna luna. Solo nuvole inquiete. Gocce di pioggia che giocano a scarabocchiare i vetri della mia auto. Questo sabato è un prigioniero pericoloso. Ha voglia di gridare a tutti i suoi segreti. Le sue speranze e i suoi dilemmi.
Stamattina ho un orologio disegnato sulla schiena. Uno zaino dove custodisco attimi del giorno dopo. Quelli che verrano. Tutta felicità a tempo indeterminato. Perché ovunque ti allontanerai io ci sarò. Perché chiunque sceglierai io sceglierò. E per il tempo che mi sorriderai, io ti sorriderò. Stamattina guizzo come le fibre di un muscolo impazzito. Sono in ritardo. Il cielo è grigio. Il tempo sbiadisce i colori. E ogni volta che la pioggia li deforma arrivi tu e giochi a restituirli al mondo con un sorriso. Ti voglio bene sorellina.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: