Vederle davvero

Stamattina c’è un silenzio ovattato che odora di agguati e cose che stanno per terminare. Roma è una città dove il destino può attenderti furtivo dietro una colonna, lungo la passeggiata che affianca un fiume o accanto agli angoli sempre più sporchi di una strada del centro.
Il destino in genere non fa mai tardi. Arriva sempre. Con premeditata intenzione e chirurgica puntualità.
Certe distanze invece te le costruisci in modo involontario. Proprio per tenerlo d’occhio il destino. Camminare nella direzione opposta a quella dove soffiano i desideri è l’alibi più adatto da spendere in questa quotidianità.
E io lo faccio osservando con attenzione il disegno geometrico dei sanpietrini di via dei Coronari. Valutando la possibilità di calpestarli con la punta dei piedi.
Oggi mi andrebbe di contarli tutti. Uno a uno. Ma c’è troppo disordine e non è nei grandi numeri che si trovano le risposte che cerco.
Dio mio, ci fosse una scheggia in giro forse la troverei conficcata nei miei pensieri. Dovrei evitare di sbagliare strada così spesso. Dovrei bere un caffè più forte. Dovrei tirare in ballo le cose del passato e giocarci un po’ come farebbe un cane col suo giocattolo di pezza, per poi dimenticarlo da qualche parte. Dovrei rileggermi un po’ e lasciarmi riposare. Dimenticarmi di me, invece di continuare a camminare. A disseminare pensieri a caso e a raccogliere idee senza nemmeno chinarmi troppo.
C’è un oceano buio nascosto nelle pozzanghere sui marciapiedi del centro. Forse anche io potrei essere così ingannevolmente profondo. Restare in superficie, smettere di guardare soltanto le cose e cominciare a vederle davvero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: