Buongiorno a modo mio

Buongiorno a chi si addormenta senza cercare risposte. A chi dorme gazzella e si sveglia leone.
Buongiorno a chi manca sempre un centimetro per definire un perimetro. A chi mette a fuoco le cose cambiando il punto di vista. A chi riesce a stare in equilibrio tra desiderare e sognare. A chi sa riconoscere uno sbaglio. A chi sa chiedere scusa e a chi sa accettarle.
Buongiorno a chi non ha mai la fortuna dalla sua parte. A chi perde, ma con la speranza di poter recuperare. A chi sorride sincero. A chi fa l’amore con sentimento. A chi sa tornare indietro e a chi facendolo ha perso qualcosa.
Buongiorno a chi è buono senza essere santo. A chi sa tutto, ma ignora e a chi non vuole sapere.
Buongiorno a quelli ordinati, allineati, pettinati, rigidi nei loro conformismi bigotti, sicuri nelle loro scelte e incapaci di provare il fascino di un’incertezza.
Buongiorno a chi beve vino di qualità. A chi dorme 8 ore per notte, ma non tutte le notti. A chi usa il parmigiano reggiano. A chi non fuma, perché fa male. A quelli che hanno il coraggio di avere paura. A quelli che il mondo non lo tengono in pugno, eppure esistono e resistono.
Buongiorno a chi si sveglia senza un piano per cambiare il mondo. A chi sa cambiare se stesso. A chi è nato sbagliato, ma si è corretto. A chi sa correre con le scarpe slacciate. A chi ha la macchina piena di appunti. A chi non serviva studiare a casa. A chi a 14 anni ha regalato un fiore e a chi è andato a scuola con la vespa truccata. Buongiorno a chi ha una vita distratta. A chi sa far ridere. A chi scrive per rileggersi. A chi canta a squarciagola in auto e sotto la doccia e a chi sa sorridere anche se mastica amaro.
Buongiorno chi ride quando ridi, piange quando piangi. A chi ti guarda negli occhi e a chi per timidezza non riesce a farlo. Buongiorno a chi ha messo in conto di poter fallire. A chi si è conquistato il diritto di poter sbagliare. A chi sa ascoltare, tollerare e imparare.
Buongiorno a chi tifa per i più deboli. A chi è ricco e non si vanta del conto in banca e a chi non lo è, ma vive bene lo stesso. Buongiorno a chi prova, azzarda, spera, sbaglia e rimedia. A chi ogni soddisfazione è un gol da centrocampo. A chi il rischio non lo calcola. A chi vivere vuol dire affrontare. Infine buongiorno a me, che sono educato, e che a ogni “buongiorno” rispondo sempre, anche se a modo mio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: