Senza andarsene mai davvero

Eccomi qui. Senza titolo. Come certi libri mai terminati. Capitoli di una vita dove vorresti essere altrove. Secondi di irrinunciabile indipendenza. Consapevolezze rassicuranti. Il manifestarsi di certi sentimenti rende fragili. E forse fragili, contorti e un poco paurosi lo siamo davvero tutti. A volte bisogna ripiegare nel cono d’ombra della propria solitudine e da lì, pazientemente, osservare. Non c’è nessun fiume che trasporterà cadaveri di alcun nemico. C’è solo questa bonaccia di inizio anno che non vuole finire in una valigia, come sempre appoggiata sul sedile di una Smart. Un’auto fatta apposta per partire e per non andarsene mai davvero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: