Tranne me

A volte mi ritrovo bloccato in un purgatorio fatto di scelte da vigliacco. Vorrei, ma non oso. Desidero, ma non mi sforzo di ottenere. Guardo il mio obiettivo, ma sono attratto solo dal riflesso in una bolla di sapone.
Ecco l’aggettivo giusto: distratto.
Come un carrello al supermercato, mi aggiro con questa consapevolezza tra nugoli di persone che vogliono esattamente quello che voglio io. Le urto occasionalmente. Mi infilo tra decine di volti che vorrebbero solo ringiovanire, tra i sorrisi falsi di chi spera di regalarsi le cose più inutili, gli abbracci dei fidanzati davanti a una scatola di cioccolatini e le lacrime dei bambini nei passeggini di fronte a un giocattolo.
Ogni giorno è sempre tutto uguale.
Cambiano solo gli interpreti, non i protagonisti.
Tutti.
Tranne me

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: