Colpiscimi forte

È che in verità non lo so quante tempeste io abbia evitato. O in quante invece mi sia mai lanciato impunemente. Urlante. Spesso a testa bassa, come chi non pensa. In fondo nella mia vita ho temuto soltanto il tempo.

Stanotte rimetto ordine tra i miei sospetti. Disinnesco dubbi. Ricomincio a cercare un luogo. Una strada. Una ragione. E insieme alla ragione, un modo.

La colonna sonora di questo sogno stavolta la lascio scegliere ad altri. Agli animali. Alle cose. Ai rumori. Alla paganinica indifferenza di un ragno violino. Alle farfalle e ai grilli. Quelli estvi.

Tutto alla fine ritorna. Soprattutto i bei ricordi. Come torna un debito dell’ombra col sole. Come tornano gli sconfinati controcampi della mia infanzia.

Ieri guardavo l’orizzonte. L’ultima volta era stato tanto tempo fa. Ebbene lo ammetto, so essere spietatamente malinconico. Ma anche romantico. E questo fa di me una vittima predestinata.

Intanto passano i giorni e dentro i giorni si ammucchiano le ore. Esondano i minuti.

Colpiscimi tempo. Fallo in fretta dove fai più male. Cancella il passato, senza esitazione. Ma colpisci veloce che è già tempo di andare via.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: