In un altrove che nessuno sa

Finestre grandi quanto una facciata. Universi stellati. Mezzi pensieri assediati. Braccati da una vita che non regala mai niente. Stasera volevo anche smettere di credere alle rappresentazioni nella mia testa. Troppo teatrali. Lo riconosco. Ma il fatto è che ci ho preso gusto. E forse ho troppo sonno per sentirmi in colpa. La testa è accesa. Il volume è alto. E la tv illumina a giorno la stanza. Alla fine dormirò lo stesso. Senza contare il tempo. Senza sorrisi. Senza girasoli. Senza una crostata di fragole. Con una buonanotte sulle spalle e un’altra andata via per sempre. In un altrove che tutti conoscono, ma che nessuno davvero sa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: