Vivere una favola

Percepisco nitidamente una certa inconsapevole incertezza intorno a me..
Un assurdo affannarsi di persone che vivono.. anzi convivono.. con la ripetitiva quotidianità dei propri dubbi..
Il problema non sta nel mero atto del dubitare.. Io stesso faccio a volte del dubbio la traccia da seguire..
La questione è che il dubitare deve anche generare un qualche tipo di riflessione.. non è certo un passaggio da attraversare ad occhi chiusi..
Eppure leggo o ascolto persone che pare non abbiano la minima idea di cosa si stiano facendo.. o di cosa stiano attraversando..
Se la vita fosse il tracciato da un punto A ad un punto B.. il significato da dare alla vita stessa andrebbe ben oltre l’unione di due puntini..
Io potrei trovarmi a tracciare una linea retta.. magari aiutandomi con un righello.. oppure imprimere alla penna le giuste inclinazioni.. disegnare parabole e curve.. incrociare altre linee.. vivere..
La penna la puoi trascinare stando al mondo come fosse un’abitudine.. oppure spingerla.. provando la meraviglia per tutte le cose che ci circondano..

A volte vedo mia figlia puntare il dito e porsi nuovi interrogativi.. per poi cercare la complicità nello sguardo del papà..
Sembra voler dire “Papà.. ma è così bello il mondo che ci circonda..? E’ una fiaba..?”

Non mi sento di doverle per forza raccontare che le fiabe non esistono.. Come potrei negarle l’esistenza di un posto incantato.. quando proprio questo mondo è per lei una favola cosi intensa..!
Voi direte.. ma la vita non è una fiaba come quelle che si leggono.. non ci sono draghi.. streghe.. vampiri.. castelli..!
Io rispondo che se la vita è diversa dalle fiabe.. lo è solo per il lieto fine..!
Ma nella vita come in una fiaba.. puoi ridere o piangere.. emozionarti o soffrire.. e di certo c’è solo che non puoi farlo ad occhi chiusi..!

Si.. la vita intesa come tutto quello che passa tra quei due punti A e B è pura incertezza.. ma nonostante questo.. io voglio tenere gli occhi aperti.. ridere.. piangere.. e poi ridere ancora..
Io voglio buttarmi.. farmi anche male.. guardare il futuro.. tremare.. sbagliare.. ma credere.. e rischiare.. vibrare colpi e vedermi muovere all’attacco.. o restare anche immobile.. se è il momento di stare in difesa..
E’ meglio respirare a pieni polmoni l’esperienza di un passo falso..
che trattenere il fiato fino alla nausea vivendo nell’incertezza.. e far diventare la pelle viola dall’apnea..
Questo dirò a mia figlia..!

Stamattina voglio regalarvi un frammento di lucida follia..
Aprirvi per un attimo la mente e lasciare che possiate scorgere all’interno quella mia irrefrenabile passione per il dubbio e il paradosso…
Fateci caso.. è ancora ben visibile il segno dei punti..? Sono quelli che per un periodo della mia vita sigillavano il mio sguardo..

Li ho strappati il giorno che è nata Niki..!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: